Nasce GoodFork, il portale per prenotare i migliori ristoranti

etwvjmx7zekqtxsydfgttc8jv6bahdnm.jpg

Il progetto GoodFork nasce dall'idea di facilitare l'interazione real-time tra i ristoratori ed i clienti nel mondo web. Il portale prevede infatti una lista di locali di ristoro (pizzerie, pub, ristoranti, trattorie, agriturismi, supermercati ecc.) in cui il cliente finale, con l'obiettivo di programmare un pasto senza troppi vincoli, può interagire nel miglior modo possibile.

Il vantaggio principale del portale per il cliente è la libertà e la comodità di scelta del pasto. In primis, può scegliere se cercare un ristorante specifico oppure decidere tra quelli disponibili impostando un luogo di ricerca. Scelto un locale disponibile, potrà consultare un menù messo a disposizione dal ristoratore e decidere il tipo di acquisto da effettuare, nel modo che ritiene più opportuno e nel tipo di pagamento che preferisce. Sarà possibile infatti scegliere se prenotare un tavolo, effettuare un acquisto con consegna a domicilio (qualora previsto) o consegna d'asporto, e pagare con conto online o contanti in base alla disponibilità del locale. Volendo, sarà possibile anche accordarsi con il ristoratore per l'orario in cui vorrebbe usufruire dell'acquisto. Solo a transazione confermata, sarà possibile lasciare un feedback attraverso una opportuna recensione, condividendo l'esperienza con gli altri utenti.

Il vantaggio principale del portale per il ristoratore è la libertà e la comodità di gestione delle transazioni, online e non, del proprio locale. In primis, può scegliere il budget da investire, che varia da 0 a 20€ annui. L'investimento consiste nella registrazione di un account tra le diverse tipologie possibili:

  • Basic: questo account prevede un costo di 0€ annui e 10% di commissioni su ogni transazione online completata e con numero limitato di tag (6);

  • Standard: questo account prevede un costo di 5€ annui e 5% di commissioni su ogni transazione online completata, con numero limitato di tag (10), ed inserimento del menù sul portale con assistenza tecnica;

  • Premium: questo account prevede un costo di 20€ annui e 0% di commissioni su ogni transazione online completata, con numero limitato di tag (50), inserimento del menù sul portale con assistenza tecnica, prevalenza di visibilità sul sito e pubblicità sulle varie piattaforme social;

Non vi sono obblighi di transazioni: il ristoratore può decidere di registrarsi al portale anche solo come vetrina pubblicitaria, disattivando nella propria dashboard tutti i servizi di vendita. Qualora decidesse di mettere a disposizione i propri servizi di vendita alla clientela, può impostare i vincoli che più gli interessano tra cui accettare pre-ordini, disporre prenotazione di tavoli, impostare il raggio minimo/massimo di consegna a domicilio ed il relativo importo minimo/massimo, i tempi di consegna ed eventuali commissioni di trasporto ed i metodi di pagamenti accettati per le varie tipologie di vendita. Potrà infine proporre, a propria discrezione, pasti e menù a prezzi scontati con conseguente evidenza in vetrina nella lista di tutti i ristoranti.

Per tutte le info sul progetto e sul team, visita la sezione dedicata disponibile sul sito.

Commenti (4)
Info
Categoria:
Creato:
Aggiornato:
In evidenza
Torta alla birra Guinness al cioccolato

Torta alla birra Guinness al cioccolato

La Guinness cake al cioccolato è una morbida e golosa torta, aromatizzata con birra Guinness, che ricorda un boccale della famosa birra irlandese grazie al contrasto di colore tra la base di colore scuro e la copertura di crema bianca. La Guinness cake al cioccolato è realizzata da una tenera torta al cacao preparata con burro, zucchero di canna, uova e birra Guinness, che le dona un sapore e un retrogusto caratteristico e speciale, ricoperta da una crema fatta con mascarpone, philadelphia e zucchero a velo, dalla consistenza densa e cremosa, spatolata sulla superficie della base in modo da creare dei ciuffi. La Guinness cake al cioccolato è una torta davvero deliziosa e molto bella da prese
Earth Overshoot Day, da oggi le risorse della Terra sono finite: ci servirebbero 1,7 pianeti

Earth Overshoot Day, da oggi le risorse della Terra sono finite: ci servirebbero 1,7 pianeti

Le risorse della Terra finiscono a mezzanotte: in 7 mesi abbiamo esaurito ciò che il Pianeta può generare in un anno, con 6 giorni di anticipo rispetto al 2016. Lo scorso anno è stato l'8 agosto. Nel 2017, il giorno della vergogna è arrivato prima: è il 2 agosto l'Overshoot Day, la X sul calendario che indica il giorno in cui l'umanità ha esaurito tutte le risorse che il Pianeta aveva "messo a budget" per l'anno intero. In pratica attraverso la pesca sconsiderata, la deforestazione, l'utilizzo d'acqua, l'estrazione di combustibili fossili, le attività agricole, il consumo di territorio per l'allevamento, le attività minerarie e via dicendo, abbiamo finito le risorse che la Terra è capace di